La casa degli italiani diventa sempre più intelligente e connessa, dotata di dispositivi in grado di dialogare tra loro, essere azionati a distanza e comprendere le esigenze delle persone: è il mercato della domotica, che continua a crescere a ritmi vertiginosi.

Casa

Se ci potevano essere pochi dubbi che le tv “intelligenti” conquistassero gli italiani, vista la familiarità con questo mezzo che continua a essere il preferito dalle famiglie, forse c’era più scetticismo circa la diffusione di prodotti come tapparelle, sistemi di illuminazione, videocitofoni e così via accomunati dalla parola”smart“, ovvero interconnessi e ricchi di funzionalità aggiuntive a quelle di base. Eppure, come confermato di recente anche dalla Doxa, nel nostro Paese è boom per la domotica.

Scoppia la mia smart home in Italia. Con questo termine si identificano tutte le soluzioni pensate per la smart home, vale a dire gli oggetti “intelligenti” che possono essere installati tra le mura domestiche: il citato sondaggio rivela che circa il 60 per cento della popolazione nazionale è interessato a dotare la propria abitazione di uno di questo prodotti, con un mercato complessivo che crescerà in questo 2018 di circa il 27 per cento, secondo le rilevazioni degli analisti.

I prodotti disponibili in Italia. Anche a livello mondiale il comparto è in forte crescita, e si stima abbia raggiunto un valore complessivo di oltre 206 miliardi di dollari, frutto della vendita di quasi 550 milioni di device commercializzati. In questo scenario c’è molto made in Italy, e un passaggio sul sito Shop.puntoluce ci consente di scoprire il catalogo Vimar, azienda veneta specializzata proprio nella produzione di dispositivi intelligenti.

Un premio per la Vimar. Nelle scorse settimane la Vimar ha conquistato un nuovo e importante riconoscimento, ricevendo il Venetian Smart Lighting Award 2018 promosso dalla Rete di Imprese Luce Veneto in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova: come spiegato dalla giuria, il premio è stato assegnato al nuovo comando wireless con tecnologia Bluetooth, progettato per consentire all’illuminazione di entrare in una nuova era, che ha battuto la concorrenza di altre numerose soluzioni proposte da aziende del comparto smart lighting.

Un nuovo comando Bluetooth. Il nuovo comando Bluetooth si inserisce all’interno di VIEW, la visione di Vimar sul mondo digitale e dell’Internet of Things, che è mirata a orientate nell’immediato futuro lo sviluppo delle sue soluzioni intelligenti, tutte accomunate dalla caratteristica di essere connesse tra loro, ad internet e con l’utilizzatore tramite le più evolute tecnologie digitali. Si tratta di un ecosistema in continua crescita, composto da prodotti smart e sistemi interconnessi ma anche esteticamente coordinati, in grado di integrarsi con le proposte commerciali di altri produttori, sempre nell’ottica di semplificare la vita a chi li utilizza e di offrire una unica user experience intuiva.

Smart home per tutti. Dal punto di vista pratico, il nuovo comando Vimar è dotato di tecnologia wireless Bluetooth e non presenta batterie; sul fronte esterno è caratterizzato da un design in linea con gli elevati canoni stilistici dell’azienda, pensato per adattarsi e coordinarsi in maniera perfetta con i prodotti delle serie civili Eikon, Arké e Plana. Inoltre, non presenta collegamenti filari e non necessita di opere murarie per essere installato su qualsiasi superficie, anche su pareti in vetro o legno. Come accennato, la sua tecnologia si integra perfettamente con quella dei dispositivi prodotti da principali player del settore illuminotecnico che hanno adottato le tecnologie Xicato e Casambi, così da garantire la possibilità di avere il controllo totale della propria abitazione e del vivere Smart.