Palazzo provinciale del Lavoro de LAquila

Alberto Apostoli firma la ristrutturazione di un edificio in cui colore e dettagli di facciata ridefiniscono il volume attraverso un linguaggio geometrico ma ricercato.

Il progetto parte dalla ristrutturazione di un condominio degli anni 60, parzialmente danneggiato dal sisma nelle sue partizioni verticali, per il quale, dopo alcuni interventi di legatura degli snodi strutturali principali, è stata realizzata la completa rivisitazione funzionale e architettonica. La ristrutturazione ha anche implicato la costruzione di parcheggi interrati e la sistemazione del terreno di pertinenza.

Questo edificio è il primo intervento di riqualificazione di un comparto che include quattro edifici, in fase di progettazione, e la cui realizzazione è prevista nei prossimi tre anni.

L’edificio è isolato sui quattro lati; non presenta una vera e propria facciata, ma si configura come una piccola torre su cui tutte le singole facciate hanno pari importanza.

Tali facciate sono state attentamente pensate e realizzate attraverso piccole sporgenze geometriche a cui sono abbinati colori diversi ma complementari e in cui le aperture sono costituite da imbotti aggettanti. La realizzazione delle sporgenze avviene attraverso la diversificazione dello spessore della coibentazione esterna (cappotto) con una particolare attenzione alla finitura. Gli imbotti, bordati esternamente in acciaio lucido, accolgono serramenti in legno di rovere e contribuiscono all’illuminazione notturna di facciata. Il movimento geometrico e raffinato dei volumi crea, durante le varie ore della giornata, leggere variazioni che conferiscono all’edifico una dinamicità inaspettata.

L’architetto descrive così l’obiettivo progettuale primario: “Ho cercato di creare un movimento volumetrico attraverso il colore, piccole sporgenze e contrasti di volume; quello che mi interessava era smaterializzare le facciate conferendogli personalità e carattere. Abbiamo studiato un sistema con cui creare tali sporgenze e, soprattutto, la palette colori esterni”. 

All’esterno, la sistemazione ha previsto la creazione di un percorso in pietra a piani inclinati,  la realizzazione di un ascensore, nonché la sistemazione del verde arredato con fioriere e panche in dialogo con la facciata esterna.

Per gli interni, sono stati previsti dei pavimenti sopraelevati ispezionabili per i quali sono state modificate le altezze dei solai; si è provveduto al recupero della scala esistente, valorizzata attraverso aperture asimmetriche sui vani adiacenti; si è realizzata una copertura con travi di abete sbiancato, poggianti sui muri a spina del tetto a doppia falda pre-esistente.

L’edificio, di proprietà del Gruppo Valentini e ristrutturato dallo stesso, è interamente utilizzato dalla Provincia dell’Aquila quale “Palazzo Provinciale del Lavoro” ed è stato inaugurato in data 21 dicembre 2012 alla presenza delle più importanti autorità cittadine.

PRINCIPALI FORNITORI

Imprese esecutrici delle opere:   EMERALD 75 SRL – VALENTINI INIZIATIVE SRL

Apparecchi d’illuminazioni:   GUZZINI – GOCCIA ILLUMINAZIONE SRL –  PRISMA PERFORMANCE IN LIGHTING

Pavimento sopra elevato:   CRESPI SPA

Serramenti esterni:   FALEGNAMERIA DI GIULIO SAS

Serramenti interni:   MESSERE PORTE SRL

Tinteggiature:   CAPAROL

Cappotto:   CAPAROL

Impianti climatizzazione:   LG ELECTRONICS ITALIA SPA

Ascensore:   G.M.V. SPA

Rubinetteria:   BUGNATESE SRL

Sanitari:   CERAMICA OLYMPIA

Pavimenti interni:   CERAMICHE SANT’AGOSTINO

  Palazzo provinciale del Lavoro de LAquila