Press Release

Hotel Villa Luisa: contemporaneità stilistica e territorio

20 Ottobre 2010 No Comments

Download PDF

A maggio diquest’anno ha riaperto, dopo un’importante ristrutturazione, l’hotel Villa Luisa, situato a San Felice del Benaco, sulla sponda bresciana del Lago di Garda.

L’hotel sorge su una zona collinare e, immerso tra ulivi e cipressi, gode di un’incantevole vista sul lago. Vi si può accedere anche dal piccolo porto del paese, salendo i vicoli in ciottolato tra le case in pietra del vecchio borgo.

Il concept

Il restyling dell’architetto Apostoli verte sulla dualità tra esistente/territorio e sobria modernità, leggibile sia all’esterno che all’interno della struttura.

Tale dualismo è tradotto nell’opera attraverso una linea curva e continua che lega il design dell’interior con l’area esterna; linea enfatizzata dal cambio di materiali e delle finiture, da un progetto illuminotecnico particolare e da un uso ricercato della soffittatura in cartongesso.

Colori neutri e materiali naturali della tradizione, come omaggio alla cultura locale, il“cerchio” e le nuance del bianco per esaltare la contemporaneità. Un utilizzo importante delle trasparenze e delle riflessioni funge da ponte tra folclore e design.

E’ un design non gridato ma che colpisce per la coerenza stilistica e il connubio tra linea, materiali e forme semplici.

Esterno

All’esterno, la linea dominante prosegue creando la pavimentazione, i percorsi pedonali tra cipressi ed ulivi e la zona piscina a cui si accede attraverso una scala e un percorso inclinato che risulta compendio alle linee principali.

La piscina ripropone le stesse tematiche formali e combina due cerchi i quali, visti nell’insieme, formano una conchiglia allargata. Alcune lame d’acqua fuoriescono dalla roccia in parte scavata per ricavare la piscina. Un’altra vasca circolare,dedicata ai più piccoli, completa la zona.

Alcune interpretazioni di aree tradizionali, come la balconata con una rosa dei venti disegnata in marmo a terra, arricchiscono ulteriormente l’area esterna pensata per la creazione di eventi artistici o conviviali. La terrazza al primo piano sarà presto attrezzata per accogliere gli ospiti in una sorta di “Sun Lounge”completa di vasche idro e di area massaggi. L’accesso di alcune stanze è previsto solo dall’esterno: una scelta dell’architetto per mostrare agli ospiti le bellezze del territorio.

Piano terra

L’atmosfera elegante e moderna è particolarmente evidente al piano terra dove sono alloggiati la hall/reception, il ristorante e la zona bar.

Il banco bar è notevole per dimensioni ed impatto e si caratterizza per l’uso di riflessioni e di un approfondito studio illuminotecnico.

Anche la reception assume una sua valenza di design essendo realizzata con materiali importanti (legno, metalli e vetro) e volutamente in contrasto tra loro; le forme sono semplici e combinate ad una geometria “mondriana” e rigorosa.

Il ristorante è sobrio e dominato dalla imperante linea principale.

“L’involucro esterno sostanzialmente non è stato modificato per ragioni di salvaguardia ambientale e paesaggistica imposte dal Comune; ciò nonostante, ho cercato di creare un unicum stilistico contemporaneo, in grado di emozionare senza tuttavia provocare, nel rispetto di una location molto suggestiva che doveva essere assecondata dalle linee curve interne ispirate, queste, dai cambi di quota del terreno, dalla vegetazione e dal panorama circostante”.

– Alberto Apostoli –